Fibromialgia: come l’agopuntura ti può aiutare

Fibromialgia: come l’agopuntura ti può aiutare

La  fibromialgia è una sindrome caratterizzata da dolore muscolo-scheletrico  diffuso che si accompagna a sintomi quali: astenia, sonnolenza, alterazioni della concentrazione e del comportamento. La patologia sembra essere causata ad un’amplificazione e alterata percezione della sensazione dolorosa.

Spesso può esserci una causa scatenate come un trauma fisico, un intervento chirurgico, una malattia infettiva o uno stress particolarmente importante. In altri casi non sembra essere collegata ad un chiaro evento scatenante. Il  sesso  femminile  è  quello più  colpito.

La  sintomatologia  comprende diversi sintoni come:

  • Cefalea  tensiva,
  • Disordini  dell’articolazione  temporo-mandibolare,
  • Colon  irritabile,
  • Ansia  e depressione.

La sintomatologia si caratterizza con:

  • Dolori  muscolo-scheletrici  diffusi
  • Stanchezza non migliorata dal riposo notturno
  • Diminuita concentrazione e attenzione,  depressione,  cefalea,
  • Crampi  nel  basso  addome.

Alla palpalzione, alcuni punti come mostrato dalla figura qui sotto, sono particolarmente suscettibili al dolore.
Tali punti vengono definiti trigger points e in buona parte corrispondono anatomicamente a punti classici di agopuntura.


La terapia classica si  basa  sull’uso  di  antidepressivi, antidolorifici, antiepilettici e induttori del sonno.

L’agopuntura è efficace ed utile in caso di fibromialgia, da sola o integrata alle altre terapie, per i suoi effetti benefici come quello:

  • Antidolorifico,
  • Miorilassante, decontratturante
  • Sedativo, ansiolitico
Un trial controllato randomizzato multicentrico in doppio cieco è stato condotto in tre centri di cure primarie nel sud della Spagna. In questo studio sono stati arruolati 164 pazienti con fibromialgia di età >17 anni. 153 pazienti hanno completato lo studio. I pazienti sono stati assegnati in maniera randomizzata all’intervento reale di agopuntura ed all’intervento placebo. In entrambi i gruppi è stata effettuata una seduta a settimana in aggiunta al tradizionale trattamento farmacologico.
L’agopuntura si è dimostrata efficace nel trattamento primario dei pazienti con fibromialgia in termini di riduzione del dolore rispetto al trattamento con placebo. L’effetto è risultato persistente ad 1 anno ed i suoi effetti collaterali sono stati lievi e poco frequenti.

Attraverso la PET uno studio condotto su 20 donne a cui era stata diagnosticata una fibromialgia, ha dimostrato che nel dolore cronico l’agopuntura ha effetti positivi sia a breve che lungo termine attraverso l’attivazione di sistemi antinocicettivi oppiacei endogeni e dei recettori opioidi (MOR). 

La terapia di agopuntura ha generato aumenti nel potenziale di legame MOR, in molteplici regioni di dolore e di trattamento sensoriale tra cui il cingolo, caudato e amigdala. In questi casi la percezione del dolore è notevolmente migliorata, nell’ordine del 50%.

Pertanto, è raccomandato l’uso di agopuntura nei pazienti con fibromialgia.

Il primo ciclo di agopuntura è costituito da 8-10 sedute a cadenza settimanale, della durata di 25-30 minuti l’una.

Riferimento bibliografico: 1. Vas J, Santos-Rey K, Navarro-Pablo R et al. Acupuncture for fibromyalgia in primary care: a randomised controlled trial. Acupunct Med. 2016 Aug;34(4):257-66. doi: 10.1136/acupmed-2015-010950. Epub 2016 Feb 15.

2. Richard E. Harris – Traditional Chinese Acupuncture and Placebo (Sham) Acupuncture Are Differentiated by Their Effects on μ-Opioid Receptors (MORs); Neuroimage. 2009 Sep; 47(3): 1077–1085.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Newsletter

Iscriviti per ricevere i nostri ultimi contenuti via email.

Non ti invieremo spam. Potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento. Powered by ConvertKit

Categorie